In uscita il 19 Ottobre 2018 l'omonimo album di debutto dei fiorentini God of the Basement, band composta da Tommaso Tiranno, Rebecca Lena, Enrico Giannini e Stefano Genero. Album promosso e distribuito da Alka Record Label.

Questo primo lavoro si presenta come una vera e propria dichiarazione di intenti, la loro idea di musica è rappresentata in ogni sua sfaccettatura, un collage di immagini e ispirazioni, dal black humor “festaiolo” à la Beck alle processioni in onore della Santa Muerte passando per i “5 boroughs” dei Beastie Boys. Un disco di Canzoni in cui melodia e groove sono padroni, ma con qualcosa di “inquietante” sempre in agguato come potrebbe suggerire il nome stesso God of the Basement.

 Tredici brani che si legano con un flow ricco di imprevisti e interferenze, un viaggio che si muove attraverso i demoniaci ritmi rituali e voodoo in “Hell Boar” e “The Saviour”, atmosfere e groove tipicamente urbani in “Monday Monkey”, “Bobby Bones” e “We do Know” con quella punta di tristezza del blues moderno, incalzanti beat disco-funk in “Get Loose” e “With the Lights Off” feat. la cantante olandese Francesca Pichel, riff granitici di “Beaten Up”, realizzata in collaborazione con la indie band Nothing for Breakfast, e inattese atmosfere mariachi in “The Sinner” in collaborazione con il trombettista e polistrumentista Gabriel Stanza (Dust & the Dukes). 

L'album è stato curato nell'arrangiamento, nella produzione, nella registrazione e nel mixaggio da Samuele Cangi (Manitoba) e i God of the Basement.

 

 

All songs written by God of the Basement

Produced by Samuele Cangi e God of the Basement

Mastered by Niccolò Caldini

Artwork by Rebecca Lena

Photo by Rebecca Lena (inspired by Simon Kerola)

 

godthebasement@gmail.com

Enrico Giannini : +39 338 7733691

 Tommaso Tiranno : +39 389 9179873